Text Widget

Ut tellus dolor, dapibus eget, elementum vel, cursus eleifend, elit. Aenean auctor wisi et urna. Aliquam erat volutpat. Duis ac turpis

Terapia del dolore

L’agopuntura nella terapia del dolore

Le tecniche di dolore sono quelli che cercano di combattere il dolore cronico, cioè che persiste più di tre mesi e non sostituito da trattamenti standard raccomandati dal medico di famiglia o specialista in questione.

Il dolore cronico è un sintomo correlato di malattie degenerative, che più spesso colpisce i pazienti oltre i 50 anni. A causa della loro origine, il trattamento è complesso e richiede un approccio con diverse modalità di trattamento, sia, farmacologico con infiltrazioni, sia e soprattutto con terapie naturali complementari, come l’agopuntura.

Per quanto riguarda gli interventi, abbiamo varie tecniche come l’uso “razionale” di radiofrequenza, impianto di sistemi di stimolazione o l’uso di nuove composizioni per l’infiltrazione Così abbiamo migliorato gli altri approcci terapeutici, come la consulenza e il biofeedback, agopuntura e omeopatia.

Presso il nostro Centro, la Dott.ssa Oriolesi si avvale di tutte le sue conoscenze per aiutare il paziente ad una risoluzione ed un riequilibrio dei disturbi che possono danneggiare per anni la vita delle persone.

L’agopuntura nel trattamento della cefalea

Nonostante le difficoltà di tipo culturale, le medicine non convenzionali hanno subito una progressiva diffusione nei paesi occidentali e oggi si stima che non meno di una persona su quattro faccia loro ricorso, o sia disponibile a farlo.

L’agopuntura è percepita dai pazienti come la migliore terapia non convenzionale per curare le cefalee, mentre due recenti metanalisi della letteratura scientifica riportano una chiara evidenza della sua efficacia, che si è dimostrata non inferiore a quella della terapia farmacologica ma con minori effetti collaterali.

Stanno infine comparendo nella letteratura internazionale occidentale i primi studi che propongono e discutono in modo metodologicamente corretto il nuovo paradigma e ulteriori studi che dimostrano la superiorità dell’agopuntura nella profilassi dell’emicrania rispetto alla terapia farmacologica.

La possibilità di curare molti disturbi senza farmaci ed effetti collaterali sostanzialmente assenti ha inoltre innegabili implicazioni sociali ed economiche.

L’agopuntura per dolori lombari

La lombalgia (dolore alla parte bassa della schiena) è uno dei motivi più comuni di consultazione medica.

Appare sempre più evidente che spesso i dolori alla schiena o di una sua parte (cervicale, dorsale o lombare) possono essere l’espressione locale di ansia, stress, depressione o di altri disagi psicologici.

La spiegazione sarebbe legata alla tensione che si accumula nelle due fasce di muscoli che sorreggono la colonna vertebrale. È conclamato che, in situazioni di tranquillità, la schiena assume un atteggiamento di riposo, mentre, non appena riceviamo uno stimolo imprevisto ci mettiamo subito sull’attenti, i muscoli della schiena si tendono e la schiena si rettifica con il conseguente cambio di postura. Si è notato che, quando si vive in situazioni di stress costante per via di alcune circostanze della vita (problemi sul lavoro, conflitti emotivi, conflitti familiari, stati d’ansia, eventi stressanti come la nascita di un figlio o anche solo il traffico in città), i muscoli della schiena si tendono in maniera eccessiva fino a dar luogo ad un mal di schiena che può diventare cronico.
Le terapie complementari possono essere un valido aiuto per la lombalgia.

Un ruolo importante è da attribuire all’agopuntura, una branca della medicina cinese. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S. – 1993) l’agopuntura si dimostra utile nel trattamento di diverse patologie caratterizzate dalla presenza di dolore.
I meccanismi attraverso i quali l’agopuntura svolge i suoi effetti nel trattamento delle malattie osteoarticolari sono:

  1. Azione antalgica: l’azione d’inibizione del dolore
  2. Azione decontratturante e antispastica: utile soprattutto nelle patologie della schiena.
  3. Azione sedativa: potenzia l’azione antalgica collaborando al ripristino di una fisiologica soglia del dolore.

Se all’ agopuntura andiamo poi ad aggiungere l’omotossicologia (una sorta di omeopatia ma più moderna, che usa farmaci naturali ma meno diluiti), si riesce a lavorare a più livelli per creare una terapia personalizzata per il paziente.